Eventi Collaterali

Gli incontri sono studiati sia per il pubblico già abituato ad argomenti riguardanti il mistico e l’occulto, sia per chi invece partecipa a tali eventi perché proprio non ne sa niente ed è molto curioso di scoprirli.

Avremo laboratori chiassosi, buffi e colorati per i bambini, lectio magistralis per gli studiosi, conferenze divulgative, proiezioni di opere in tema con la partecipazione dei vari autori e presentazioni di libri, fumetti e quant’altro sia in tema con la mostra.
GLI EVENTI SONO AD INGRESSO GRATUITO PER CHI É IN POSSESSO DEL BIGLIETTO DELLA MOSTRA CON LA DATA DELL’EVENTO.

PER PRENOTARTI A UN EVENTO VISITANDO ANCHE LA MOSTRA:

1. Scrivi una mail a  info@vertigosyndrome.it
specificando: TITOLO EVENTO, NOME E COGNOME di tutti i partecipanti

2. Dopo aver ricevuto la conferma della disponibilità del posto ACQUISTA IL BIGLIETTO ONLINE PER L’ORARIO DELLA CONFERENZA per confermare la tua partecipazione

COL BIGLIETTO DELLA MOSTRA HAI ACCESSO GRATUITO ALL’EVENTO DEL GIORNO CORRENTE.

La prenotazione è l’unico modo per garantirsi un posto all’evento.

PER PRENOTARTI SOLO A UN EVENTO:

1. Scrivi una mail a  info@vertigosyndrome.it
specificando: TITOLO EVENTO, NOME E COGNOME di tutti i partecipanti

2. Dopo aver ricevuto la conferma della disponibilità del posto ACQUISTA IL BIGLIETTO ONLINE PER L’ORARIO DELLA CONFERENZA per confermare la tua partecipazione (Esiste un biglietto apposito di €8,oo solo per l’evento sulla biglietteria online)

La prenotazione è l’unico modo per garantirsi un posto all’evento.

25 MAGGIO ORE 16:00

ORACOLERIE: Streghe, Sibille, Incantamenti

Incontro con la Storica dell’Arte Paola Goretti 

Nella pratica della divinazione, streghe, indovine, sibille e altre nomadi profetizzanti sono accomunate all’arte della parola magica. La loro condizione si nutre di una temporalità circolare, proiettata in tutte le direzioni. Le loro oracolerie, si saldano intimamente alla visione ricevuta. Eccone un breve itinerario: tra miti, fonti, iconografie.

L’incontro sarà coordinato dall Storica dell’arte e del costume e curatrice Paola Goretti che alla fine della conferenza permetterà ad ognuno di ‘pescare’ il proprio oracolo tra sibille, rune e buzios della tradizione afro-brasiliana e tenerlo come dono.

Incontro a cura dell’ Accademia Studi Ermetici

26 MAGGIO ORE 16:00

Animali e creature della notte

Visita guidata e laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni

Una visita alla scoperta degli animali e figure misteriose che aleggiano attorno al mondo delle streghe per scoprire simbologie e significati di queste curiose creature. Dopo una visita alle sale della mostra ogni partecipante andrà a realizzare il proprio personale animale della notte.

Numero minimo di partecipanti 6 numero massimo 25 – In caso di non raggiungimento del numero minimo l’evento verrà annullato – durata 2 ore

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

30 MAGGIO ORE 16:00

Chiamateci Streghe

Incontro telematico con l’autrice Gemma Camblor e l’illustratrice Esther Gili

Incontro moderato in presenza da Michela Monti con la traduttrice Giulia Bazzurro 

 

La mostra Stregherie è lieta di presentare il testo “Chiamateci Streghe” edito da Rebelle Edizioni.

Temuta, venerata, invidiata, perseguitata, desiderata. Sono tanti i sentimenti contraddittori che la figura della strega ha risvegliato negli esseri umani nel corso delle generazioni.

In questo libro, l’attenta narrazione di Gemma Camblor e le squisite illustrazioni di Esther Gili si uniscono per approfondire le molteplici sfaccettature di uno degli archetipi femminili più affascinanti della letteratura e della storia universale.

Una raccolta di dieci racconti con protagoniste streghe appartenti a epoche e culture diverse, spaziando dal folklore asturiano agli spiriti cinesi, da ambientazioni di una Francia senza tempo alla Scandinavia vichinga, dalla Londra delle rivolte femministe del 1912 all’Africa subsahariana.

Un incontro per conoscere insieme altre storie incredibili provenienti da epoche e luoghi differenti.

1 GIUGNO ORE 16:00

Siamo le discendenti delle streghe che non siete riusciti a bruciare

Incontro con la divulgatrice e strega cantastorie Valentina Gessaroli / @la_va_lend

La figura della strega ha una storia straordinaria. Nasce dalla profonda conoscenza e prosegue e degenera nell’ignoranza.

E come lo specchio delle brame, è il riflesso della società, attraversa i secoli e ci racconta una fiaba oscura, ma vera, cosparsa di racconti che intrecciati formano la struttura perfetta del mito che ancora oggi ci affascina e ci strugge.

Ripercorriamo la storia delle streghe dalla maga circe a #Morgana, dal #Malleus Maleficarum ad Hocus Pocus.

Ed in un mondo che abbraccia la cultura pop e nerd dove le streghe trovano la loro rivalsa nel cinema e nelle serie tv, ricordiamoci che la caccia alle streghe non è mai finita e che dalla storia si può sempre imparare.

La strega cantastorie @la_va_lend vi aspetta per un viaggio che sarà una Terra di Mezzo tra la verità e la leggenda.

2 GIUGNO ORE 17:00

I canti della notte

Incontro col curatore della mostra Luca Scarlini

Emilia e Romagna, regioni sotto il controllo della chiesa, con la parziale eccezione di Ferrara hanno avuto una ferrea inquisizione. I documenti di quella tremenda corte di giustizia sono stati in buona parte distrutti al momento della fine dello stato della chiesa. Poche figure sono emerse nelle ricerche in un mondo che e stato spazzato via dalla controriforma, di quelle signore parla i canti della notte.

Un incontro per conoscere insieme le sovversive della storia.

8 GIUGNO ORE 16:00

Abracadabra

Visita guidata e Laboratorio per bambini 6 ai 11 anni

Una curiosa visita alla scoperta di pozioni, incantesimi, tradizioni e superstizioni sarà il punto di partenza per scoprire il legame tra magia e natura. Ogni partecipante andrà a realizzare il proprio scaccia paure.

Numero minimo di partecipanti 6 numero massimo 25. – In caso di non raggiungimento del numero minimo l’evento verrà annullato.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

9 GIUGNO ORE 16:00

Il fascino irresistibile delle Streghe: Incontri ravvicinati tra mito, storia e attualità a Bologna e… dintorni

Incontro con l’antropologa e fondatrice del Museo Internazionale dei Tarocchi e dell’Accademia Studi Ermetici Morena Poltronieri

Un magico viaggio attraverso il mondo della stregoneria partendo dall’antichità fino ai nostri giorni.

Storie di ordinaria malia a Bologna e all’ombra di conventi. La strega nella letteratura, nell’arte e nei film.

Un incontro ricco e coordinato dalle mani sapienti di Morena Poltronieri che da quasi cinquant’anni è attiva nel campo della ricerca antropologica legata alle simbologie antiche che hanno permeato la cultura ermetica ed esoterica nella storia.

I suoi viaggi sono diventati numerosi libri dedicati ai “Luoghi magici” del mondo. Tale percorso si è orientato sui simboli della Dea Madre nelle varie culture, approfondendo il valore di femminino sacro. Ha approfondito ricerche sulla cultura orientale (induismo e jainismo) e negli ultimi anni su quella afro-brasiliana e sulla geomanzia. Studia da sempre tarocchi e astrologia, organizzando corsi, seminari e conferenze. Ha co-fondato e collabora con il Museo Internazionale dei Tarocchi a Riola (Bo).

Cura varie Collane editoriali per le edizioni Mutus Liber. Fa parte del comitato direttivo dell’Accademia Studi Ermetici.

Un incontro imperdibile per scoprire insieme il fascino irresistibile delle Streghe

15 GIUGNO ORE 16:00

SANTE O STREGHE? RITRATTI DI DONNE SOVVERSIVE

Incontro con Irene Angelini – I Tarocchi di Bimbasperduta

Santa o Strega? Spesso nella vita di una donna echeggia, in forme differenti, questo imperativo di scelta, come se, essere santa o essere strega fossero due scelte in antitesi l’una con l’altra eppure, specialmente tra Medioevo e Rinascimento, sante e streghe furono figure ugualmente sovversive dell’ordine costituito, a volte persino rivoluzionarie.

Durante la conferenza dibattito di circa un’ora scopriremo quanto il confine tra queste due figure fosse e sia ancora sottile, su come i colori smaglianti, spesso accesi siano usciti dai bordi del disegno femmineo tracciato da mani maschili per arrivare, ciascuno a proprio modo, a una nuova identità femminile.